Gli Arturiani: creazione e responsabilità – messaggio ricevuto da Sennar Karu

Noi siamo gli Arturiani, benvenuti amici che leggete questo messaggio, vi onoriamo nell’unica energia creativa. Questo messaggio parla di creazione e di responsabilità. Per capire il concetto di creazione occorre uscire dal pensiero lineare perché dalla prospettiva lineare la creazione è un atto deliberato e individuale: l’unione di mezzi ed elementi per raggiungere un risultato definito.

Dal punto di vista multidimensionale invece la creazione non esiste in quanto atto definito nel tempo e nello spazio ma è soltanto l’accettazione di un potenziale già esistente. Si amici già esistente, poiché tutto esiste ORA in filamenti quantici di possibilità infinite. Questi filamenti si accendono quando l’attenzione li illumina. Ma non si tratta di una dinamica individuale perché ancora una volta per poterla comprendere occorre uscire dal pensiero lineare ed entrare in quello multidimensionale. Cosa significa co-creazione? Noi la chiameremo consapevolezza collettiva perché di questo si tratta.

Uscendo dalla prospettiva lineare del separato e del limitato, riconoscendovi come unità e gruppo, come abbiamo fatto noi, avete la possibilità di far brillare i filamenti quantici illuminando le possibilità che volete vedere realizzate come esperienza. La comprensione multidimensionale comprende anche quella lineare ma in una prospettiva più vasta. Comprendete che la manifestazione della pace è un fatto di consapevolezza collettiva? Questa è la responsabilità che condividete: agire individualmente per il proposito ma come UNO. La sfida delle 3D è proprio questa: conciliare lo strato tridimensionale, la componente dualistica e separata con quella multidimensionale unificata.

Mantenetevi centrati nel respiro divino e piantate semi di co-creazione consapevole. Ve lo diciamo ancora: noi la chiameremo consapevolezza collettiva. Sul vostro pianeta si parla di massa critica, ma che cos’è? Ancora una volta preferiamo suggerirvi un termine alternativo: orizzonte consapevole, ed è la soglia dove il singolo converge nella consapevolezza del gruppo e con tale consapevolezza opera nello strato tridimensionale ( il corpo-mente-emozioni-personalità Ndt) attraverso la consapevolezza multidimensionale del gruppo. E’ una scelta, la scelta dell’attenzione.

In questo messaggio vi abbiamo dato due nuovi termini: consapevolezza collettiva che può sostituire il termine co-creazione e orizzonte consapevole che può sostituire il termine massa critica.

Onorando l’energia dell’uno vi salutiamo

Gli Arturiani – messaggio ricevuto da Sennar Karu