La risoluzione di combattere il governo e le ingiustizie che si stanno propagando nel mondo sta diventando una religione per molti, anche per alcuni che prima si professavano totalmente dediti alla spiritualità. É giusto proteggere il Dharma, la giusta azione e il giusto atteggiamento, ma senza dimenticare qual’è il vero scopo della vita umana. Quando questa situazione sarà finita, perché finirà, queste persone si troveranno nello stesso stato di coscienza di prima, non avranno fatto nessun progresso, o addirittura saranno regredite. Coloro invece che in questo periodo di prove avranno camminato spiritualmente, saranno cresciuti. Non dimenticate dunque che la nostra religione non è l’affermazione del nostro ego in una temporanea vita su un temporaneo pianeta, ma la realizzazione del Sè: trovare Dio, che coincide con il funerale di tutte le pene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.