Categorie
pensieri e ispirazioni

La trasformazione delle impressioni del karma planetario

L’insieme delle azioni di bene o di male di un gruppo, una comunità, un nazione e il mondo intero determinano il karma collettivo con le sue conseguenze.

Che l’essere umano lo comprenda o no c’è una giustizia impersonale che regola la vita sulla Terra e nei mondi e si manifesta. Ogni circostanza è attratta secondo i propri meriti, perciò la cosa più saggia è cercare di spiritualizzare la propria coscienza, elevarsi, migliorare la propria comprensione e agire nel modo corretto portando nel mondo buone azioni trasformanti.

In situazioni come questa, che sono di portata mondiale determinata da un karma collettivo che l’umanità intera ha attratto, c’è da essere all’altezza della prova, senza lamentarsi, spiritualizzando la propria coscienza e migliorando la qualità delle proprie azioni. Portare il bene nel mondo attraverso azioni continue di compassione, e soprattuto trasformare se stessi stabilmente attraverso la spiritualizzazione della propria coscienza è il modo migliore per trasformare le impressioni del karma collettivo.

Categorie
pensieri e ispirazioni

La situazione karmica mondiale

Voi sapete che sono noto per le mie opinioni a volte controcorrente che comunque non mi esimo dall’esprimere.

La situazione mondiale che stiamo vivendo è l’effetto di un karma globale perché l’uomo in sé non è tanto buono, non si prende cura della Terra, degli altri, degli animali. Vive con insensibilità.

Ora non tutti hanno questo pesante karma ma non tutti hanno un buon karma spirituale sufficiente da esentarli dal subire completamente o almeno in parte gli effetti di questa situazione mondiale.

Da un punto di vista personale e individuale, quello dell’ego, ciò che accade è ingiusto. Ma da un punto di vista espanso ciò che sta accadendo è necessario affinché l’umanità possa comprendere la sua situazione e cambiare rotta. Ciò che si necessità non è andare a cantare Va pensiero, l’om collettivo ( a tal proposito c’è una storia in India che narra di una persona tormentata da un demone a cui viene dato un mantra per scacciarlo, ma il demone beffardo ride del mantra dicendo che è entrato nel mantra stesso e l’ha corrotto. L’analogia è che il canto del mantra senza una coscienza elevata e spiritualizzata è corrotto dalla nostra stessa ignoranza, pertanto inefficace ) e tra poco pure cristina d’avena, pur di tentarle tutte, ma operare una profonda e individuale trasformazione della coscienza. Ciò non può avvenire però se prima non c’è una presa di coscienza sulla necessità di elevarci, purificarci, migliorarci nella comprensione e nella coscienza divina, comprendere che i veri nemici non sono quelli esteriori, ma quelli interiori dell’ignoranza e dell’insensibilità. Bisogna iniziare dall’accettare questa prova karmica, il che non significa non fare nulla, ma comprenderne la funzione, che ci spinge ad una trasformazione interiore, a diventare cioè quell’amore che vorremmo vedere nel mondo, dai governi, dalla gente.

Le prove karmiche si affrontano con accettazione, umiltà, e con coscienza spirituale, cercando cioè di modificarsi in funzione del massimo bene che include anche quello degli altri. A chi ritiene che il karma non esiste vorrei dire che la legge di causa ed effetto opera indipendentemente dal nostro consenso, poiché delle nostre opinioni se ne infischia.

Ancora una volta penso sia necessario che ciascuno di noi riveda se stesso, mediti profondamente, cerchi di allinearsi ad una verità più elevata trasformandosi e cambiando se stesso, prima di pretendere la fuori qualsiasi cambio di rotta o addirittura che vengano da altri mondi a cambiare le cose per noi.

Categorie
pensieri e ispirazioni

La migliore protezione spirituale

La migliore protezione spirituale possibile è essere noi stessi un campo che irradia vibrazioni elevate, attraverso una vita dedita a mantenere puri e spirituali pensieri, parole e azioni.

Più le nostre vibrazioni sono spirituali, più la nostra coscienza è evoluta più influenziamo positivamente ed in modo naturale l’ambiente circostante, neutralizzando l’interazione con le energie a bassa vibrazione che non riesco a penetrare la luce astrale del nostro campo aurico.

Categorie
Video

Generare attaccamento a sé non è il compito di un canale di ispirazione spirituale