Blog

Il lavoro sui corpi sottili – messaggio canalizzato

Canalizzato durante il corso sull’energia intelligente

«Il lavoro sui corpi sottili ha la primaria funzione di accelerare la consapevolezza delle limitazioni in esso presenti. Cosa state trattenendo? Divenendo consapevoli dello stato delle vostre idee limitanti cosa desiderate ancora trattenere? Il processo intenzionale di guarire consiste nel riscoprire ciò che siete liberandovi semplicemente delle immagini limitanti relative al vostro Sé. La possibilità della guarigione viene dall’unione di tre consapevolezze:

1) Vedere con chiarezza ciò che limitato
2) Accettarne la funzione di esperienza
3) Realizzare la differenza tra ciò che è reale e ciò che non lo è, tra il il vero Sé e il falso sé

Dopo di che la consapevolezza diventa azione con la scelta di abbandonare ciò che non è più in allineamento con il nuovo stato vibratorio conseguito. Non appena diventate consapevoli di una limitazione e la abbandonate, il campo aurico si illumina, il velo dell’illusione si assottiglia e dalla luce del nostro vero Sé filtra una più alta consapevolezza della realtà.

Maggiore è la consapevolezza attiva del reale maggiore è il livello complessivo di benessere e beatitudine che sperimentate.

Innanzitutto osservate i livelli energetici nei vostri chakra ed immergetevi in uno studio profondo della loro anatomia individuale attraverso la meditazione su di essi. Tenete poi un diario quotidiano sulle scoperte che fate all’interno di ogni centro. Là nel loro cuore sono serbati i segreti e gli scalini verso la piena comprensione della vostra natura.

La liberazione dagli impianti emozionali dona libertà spirituale alla vostra anima che può così fare esperienza dei propri corpi da un più alto stato di consapevolezza.

Nel momento in cui avete realizzato il potenziale di ciò che è utile, ciò che non serve più si prepara a fare il suo corso e abbandonare il campo della vostra consapevolezza. Quali idee, pensieri o oggetti hanno la vostra attenzione? La vostra attenzione monopolizza la vostra energia, e l’energia ha la capacità dinamica di aggregare la realtà in strutture esperienziali. Qual è la realtà di cui volete fare esperienza?

L’energia che impegnate nelle vostre creazioni attira situazioni affini e le amplifica. Attira anche le persone in risonanza con quello stato di coscienza e le lezioni che potenzialmente hanno la capacità di liberare tale energia.

Le vostre parole abituali sono un forte segnalatore di dove la vostra energia è situata. Periferia o centro? Soluzione e possibilità o problema? Dove siete orientati? Il libero arbitrio è la capacità di scegliere, la capacità di scegliere da un punto osservatorio di consapevolezza e la capacità di raggiungere quella vetta.
»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *